L'Europa a FumettoPolis

Perchè il fumetto è cultura. Lo dice la Commissione Europea

di Ollie the Beaver

Amici castori, bentornati!

Questo nuovo editoriale Indieversus è dedicato a due notizie molto importanti legate a FumettoPolis, la fiera del fumetto indie più cool del bel paese, di cui come ben sapete siamo gli instancabili organizzatori.

Sono due notizie che ci confermano come non solo gli autori e i lettori siano interessati alla nostra manifestazione, ma anche le istituzioni a livello europeo.

Non è un mistero che FumettoPolis sia stata fin dalla sua seconda edizione un ponte di collegamento fra la scena indipendente italiana e quella europea!
Abbiamo invitato ben 11 autori diversi provenienti da tutta Europa in 3 anni, coprendo ben 7 paesi diversi.

Ma l'edizione 2018 si spinge ancora più avanti...

Oltre ai 4 artisti stranieri presenti quest'anno (andate sul sito per vedere chi sono, è consentito sbavare un attimino sulla tastiera), avremo la presenza a Novara di circa 40 giovani provenienti da tutta Europa!!

Questo incredibile traguardo è stato raggiunto grazie all'approvazione del nostro progetto da parte di Erasmus+, programma gestito dalla Commissione europea, DG Istruzione e Cultura, finalizzato a creare partnership e scambi culturali con altri paesi europei.
Per chi non lo sapesse, Erasmus+ è il programma dell'UE per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport in Europa.


Il risultato è che girando per gli stand di FumettoPolis e per Novara nei giorni della manifestazione, non sentirete parlare solo italiano. Speriamo vi cimenterete in conversazioni, in qualsiasi lingua esse siano, fosse anche quella dei segni, perchè confontarsi con altre realtà che non siano la nostra piccola Italia aiuta ad avere un quadro globale di cos'è il fumetto là fuori.

Questo è sempre stato l'obiettivo di Indieversus: aprirsi al mondo.

La seconda notizia che muoriamo dalla voglia di darvi è legata ancora una volta all'ambito internazionale, ma ha bisogno che io vi faccia una premessa...

Sapete che il 2018 è l'Anno europeo del patrimonio culturale??
Beh, non lo sapevamo neppure noi, finchè la nostra socia Marika Michelazzi non ce l'ha detto!

In pratica, in data 17 maggio 2017 il Parlamento Europeo si è riunito e ha preso questa decisione: l'anno 2018 è designato «Anno europeo del patrimonio culturale» («Anno europeo»), con la finalità di incoraggiare la condivisione e la valorizzazione del patrimonio culturale dell'Europa quale risorsa condivisa, sensibilizzare alla storia e ai valori comuni e rafforzare il senso di appartenenza a uno spazio comune europeo.


Ecco, siccome FumettoPolis è in perfetta sincronia con gli obiettivi che si pone l'Anno europeo, abbiamo chiesto alla Commissione degli Stati membri di rientrare nelle iniziative di quest'anno meraviglioso.
E la risposta positiva è arrivata venerdì scorso, confermandoci come parte ufficiale del programma.

FumettoPolis è parte ufficiale dell'Anno europeo del patrimonio culturale.
Fra qualche giorno sarà disponibile anche nel programma online, sul sito della Commissione.

Il sottotesto, qui, è che il fumetto è patrimonio culturale europeo.
Scusate se queste piccole affermazioni di identità ci rendono felici.

E non c'è bisogno di dire quanto queste decisioni prese da parte di organi istituzionali europei ci riempiano di orgoglio, oltre che di felicità.
Indieversus è nato e cresciuto sotto l'ala protettrice di Fondazione Cariplo, che per prima ci ha riconosciuto lo status di startup culturale degna di finanziamento.

Ora più che mai, in mezzo a un mare di "comics&games" che lasciano il tempo che trovano, ci sembra di aver creato con FumettoPolis uno scoglio di salvezza sempre più potente, dedicato a chiunque creda alla Cultura del Fumetto.

Orgogliosamente e castoricamente vostro,



Nello shop Indieversus puoi trovare video, fumetti e gadgets es clusivi dei tuoi autori preferiti. E siccome Indieversus sostiene gli autori indipendenti, una percentuale del ricavato della vendita va direttamente a loro.

Che aspetti?
Vai allo shop!

Oppure effettua il LOGIN